FB_IMG_1456962433602

-Emozioni tra le pagine di un libro:

Il mondo dell’altrove di Sabrina Biancu
Edito: Marco del Bucchia

TRAMA: Cinque racconti – in cui fantasia e realtà si mescolano – capaci di trasportare il lettore in un altro mondo, in un luogo magico. Capaci di farlo sognare. Ogni cosa è viva e insegna qualcosa d’importante. E ciascuna storia si trasforma nella tappa di un viaggio in cui si cresce e si matura a fianco di Elia, Rosy, Tea, Pietro, Desideria, André e della stellina Irina.

RECENSIONE: Il mondo dell’altrove è la raccolta di cinque deliziosi racconti, scritti dalla fantasiosa scrittrice Sabrina Biancu. Queste cinque magiche storie intrecciano in maniera evidente, il mondo della realtà che ci circonda con una serie di mondi fantastici. Ognuno di questi riesce in qualche modo a trasmettere al lettore un vero e proprio insegnamento, da custodire gelosamente. La nostra scrittrice cerca in tutti i modi di mettere in luce, il bene incondizionato, quel bene che viene donato senza alcun secondo fine. Quel bene che tutti dovremmo imparare ad offrire al prossimo, senza chiedere nulla in cambio, ma soprattutto quello che tutti dovremmo conoscere almeno una volta nell’arco della nostra vita. Quei piccoli gesti che a volte per orgoglio o egoismo l’uomo ignora, atti che riscaldano il cuore sia a chi li riceve sia a chi in qualche modo li compie, come se facendoli donasse pace al proprio animo.
La penna della Biancu cerca in qualche modo di affascinare il lettore con delle storie particolarmente semplici, ma ricche di significato.
Premetto che non amo particolarmente i racconti, e che non tutti mi hanno affascinato allo stesso modo, alcuni mi hanno conquistata più di altri, ma questa lettura nel complesso è stata davvero piacevole.
La scrittura è scorrevole e lineare, personalmente posso dire di essermi quasi sentita trasportare indietro nel tempo, come quando da bambina mi incantavo a leggere delle fiabe, ecco cosa mi ha trasmesso questa lettura, serenità, anche se infondo ogni racconto alla fine portava con se un concetto ben chiaro e maturo.
Sono diverse le storie narrate, ma quella che più mi sono rimaste nel cuore sono quella di Tea e di Desideria. Due personaggi che in poche righe riesci a immaginarli, a viverli, a sentirli, a capirli. Non necessitano di descrizioni approfondite, la bravura dell’autrice riesce in qualche modo a permetterti di affezionarti a loro comunque. Tra i tanti finali questi sono quelli che più mi hanno colpito che ritengo degni di nota. Perché questo libro anche se piccolo, anche se scritto in maniera semplice, è comunque un libro che descrive tantissimi tipi di sentimenti, dall’amicizia, all’ amore di una madre, dal semplice affetto che cresce tra due sconosciuti, alla compassione e alla voglia di aiutare il prossimo ma soprattutto descrive quella sensazione di bisogno dentro di noi di trovare la forza necessaria nei momenti peggiori. Penso proprio che “l’altrove” sia proprio questo, tutti i personaggi fantastici che sono descritti, li ho percepiti come la raffigurazione astratta della parte interiore nascosta di ogni essere umano, quella parte che se riuscissimo anche solo un secondo ad ascoltare davvero, ci aiuterebbe a trovare la forza di sollevarci nei momenti più bui.
Questo libro lo consiglio, non perché sia un capolavoro letterario, ma perché comunque trasmette tanto e posso di certo dire che in esso ci si può rispecchiare in vari punti. Ho avuto l’impressione leggendolo che l’autrice abbia messo davvero tanto cuore nello scrivere questi racconti, che in qualche modo riuscissi a conoscerla in parte. È riuscita a esprimere tutti i valori in cui crede e l’ha fatto con una semplicità che non è facile mantenere pensando a certe tematiche. Lo consiglio per chi vuole rilassarsi, leggendo qualcosa di scorrevole, semplice e fantasioso, ma lo consiglio soprattutto per i più piccoli che imparino il valore di un piccolo gesto donato al prossimo. 4 stelline.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=191928657842429&substory_index=0&id=173768826325079

Annunci