claccalegge_banner_large2-1
417f3-cover
il mondo dell’altrovedi sabrina biancu è una raccolta di racconti brevi. cinque storie, cinque vicende in cui il confine tra reale e fantastico si assottiglia fino a sparire, permettendo ai due mondi di incontrarsi e contaminarsi.
i protagonisti delle cinque storie sono tutti destinati a degli incontri fantastici che gli cambieranno la vita: così il povero elia, sopraffatto dalla povertà e dalla sfiducia, incontra nico, che gli dona la speranza di riprendere in mano le redini della sua vita, la piccola e capricciosa rosy impara dal suo anatroccolo quicky ad essere meno egoista, il giovane pietro incontra tea e le sue rose, e capirà che la prima impressione non è quella che conta, così come andré continuerà ad amare la sua desideria anche quando lei perderà la sua bellezza, e vivranno insieme felici grazie a un luogo magico che realizza i desideri, e una ragazza imparerà da una stellina l’importanza dei sentimenti.
si respira l’atmosfera delle favole per bambini, e forse questo libro è più adatto a un pubblico di lettori molto giovani.
sabrina biancu ha scritto dei racconti molto dolci, storie che esaltano la bontà d’animo dei protagonisti, che parlano di buoni sentimenti, di speranza, di forza, di amore, di amicizia. leggendo, è facile intuire il suo stato d’animo nel raccontare le storie. pecca forse un po’ d’ingenuità, ma credo che sia proprio questo ad avermi fatto venire in mente le favole dell’infanzia, quelle lette e ancor di più quelle immaginate.
quello di cui però questi racconti avrebbero avuto bisogno, sarebbe stata la mano di un editor. l’assenza di una revisione esterna si sente parecchio e sinceramente mi stupisce che una casa editrice non a pagamento non faccia un lavoro simile.
è un po’ un peccato, perché un po’ di attenzione e di lavoro di editing sul testo avrebbe reso maggiore giustizia all’immaginario di sabrina.
mi auguro di leggere altro di suo, sperando però in un’edizione migliore!
nel frattempo la ringrazio per avermi permesso di leggere il suo libro (e per la bella dedica che mi ha scritto) e per avermi suggerito di parlarvene qui.
Annunci