Testata primavera

 

Buongiorno Lettori, come state? Visto che ieri era festa ho sfruttato il weekend lungo per andare un po’ avanti con Once Upon A Time, devo assolutamente recuperare, sono appena alla seconda stagione! E sono finalmente riuscita a scrivere questa breve recensione, ma prima di lasciarvi alla scheda del libro, e poi al mio pensiero, ci tenevo a ringraziare nuovamente l’autrice, che non solo mi ha inviato il volume, ma mi ha anche scritto una dedica carinissima. Grazie Sabrina!

«Attiri a te ciò che ti serve e l’universo ti ascolta, credimi.»

 

417f3-cover

 

Titolo: Il mondo dell’altrove

Autore: Sabrina Biancu

Prezzo: 12,00€

Pagine: 116

Pubblicazione: 2015

Editore: Marco del Bucchia Editore

Valutazione 

Trama: Cinque racconti in cui fantasia e realtà si mescolano, capaci di trasportare il lettore in un altro mondo, in un luogo magico. Capaci di farlo sognare.
Ogni cosa è viva e insegna qualcosa d’importante. E ciascuna storia si trasforma nella tappa di un viaggio in cui si cresce e si matura a fianco di Elia, Rosy, Tea, Pietro, Desideria, André e della stellina Irina.

 

Reeeeeeeeeece

Anche se in genere non sono un’amante dei racconti, di tanto in tanto mi piace leggerne qualcuno per staccare un po’ dai romanzi e dai manga. Il mondo dell’altrove è arrivato proprio al momento giusto, avevo voglia di una lettura veloce e scorrevole ed è stato un piacere trascorrere una serata sul divano, con una tisana, in compagnia dei personaggi di questi cinque racconti.

Le pagine non sono molte, ma attraverso queste brevi storie conosciamo dei personaggi davvero interessanti, ognuno porta un peso sulle spalle e delle paure nel cuore, che sono senza dubbio il punto forte di questa raccolta. I temi trattati sono infatti importanti e malinconici, ogni racconto porta con sé un bellissimo messaggio di fondo, insieme a parole di speranza e serenità.

Ogni problema ha una soluzione, solo alla morte non c’è rimedio. Se uno cade deve avere la forza di rialzarsi, se uno sbaglia deve capire i suoi errori e andare avanti con consapevolezza, se è in una brutta situazione deve rimboccarsi le maniche e dare una svolta alla sua vita e se non crede in sé deve cercare quella fiducia che gli permetterà di fare ciò che vuole.

 

danza-sotto-le-stelle

L’intento dell’autrice è senza dubbio quello di ricordarci che i momenti bui esistono per tutti, ma che sta a noi scegliere come affrontarli e, se possibile, superarli. Questi cinque racconti dal sapore fiabesco mi sono piaciuti per la loro semplicità, sia a livello di trama che di stile narrativo, si tratta di storie delicate che non posso dire mi abbiano fatto provare forti emozioni, ma sono riusciti a strapparmi un sorriso e a regalarmi qualche bella riflessione, facendomi ricordare che le piccole cose e i gesti più semplici spesso sono quelli che possono fare la differenza.

Naturalmente, trattandosi di racconti, alcune storie mi sono piaciute più di altre. Ho infatti apprezzato moltissimo Lo spirito della fonte, una storia d’amore molto dolce incentrata sulla paura della diversità. Mi ha lasciato piuttosto indifferente il racconto Rosy e l’anatroccolo, e sono rimasta parecchio turbata da La rosa bianca, che ha una morale molto bella, ma il modo in cui è scritto e i personaggi particolari mi hanno lasciato una sensazione un po’ strana. Il voto finale è quindi una media di ciò che penso dei singoli racconti, che a modo loro ho comunque apprezzato.

Una lettura che prende poco tempo e dona un po’ di ottimismo a chi ha perso di vista i veri valori, perfetto se cercate delle storie brevi che parlino della forza dell’amore e dell’amicizia.

 

2nhpc85

Genere: Racconti di narrativa italianaDella stessa autrice: Luce azzurra, Boopen EdizioniQuesto libro mi ha ricordato: La piccola anima e il sole, di N.D Walsch

 

 

http://ombre-angeliche.blogspot.it/2016/05/recensione-il-mondo-dellaltrove.html?m=1

Annunci