altrove-1

 

Buonasera a tutti, dopo un po’ di tempo che non mi occupavo più di recensioni torno a scriverne una, questa volta si tratta di un libro romantico, ma non nel senso che siamo soliti pensare… non è un romance né vengono trattate storie d’amore , triangoli amorosi, tradimenti o quant’altro. È romantico perché l’autrice mette per iscritto delle situazioni in modo romantico, mettendo al primo posto il cuore. Vi spiegherò nelle prossime righe che cosa io intenda. 

Il libro di cui vi sto parlando è Il mondo dell’altrove, una raccolta di cinque storie ognuna delle quali affronta un tema diverso con un approccio che, come dicevo prima, è romantico. Sabrina racconta le varie vicissitudini dei personaggi con molta delicatezza, in ogni storia c’è un momento in cui sembra che la situazione vada nel verso sbagliato per poi risolversi romanticamente nell’epilogo.

Obiettivo del libro di Sabrina è far capire al lettore l‘importanza di una seconda chance, utile per migliorare chi all’inizio commette degli errori. Offrire una seconda chance significa essere comprensivi e perdonare chi ha torto. Il libro ha tratti pedagogici e formativi, alcune frasi sono volutamente pedagogiche, vogliono insegnare oppure ricordare alcuni insegnamenti che ci siamo scordati col trascorrere del tempo.

Il mondo dell’altrove vuole anche invitarci a sognare. Dare una seconda opportunità alle persone, imparare dall’errore, credere in qualcosa di fantastico (come ad esempio a un anatroccolo parlante o a un personaggio emblematico come Nico – vedi la prima storia) non fermarsi alle superstizioni, alle dicerie o ai pregiudizi ma andare oltre sono i forti auspici che Sabrina fa nel corso delle pagine.

Si può conoscere qualcuno da tutta una vita. Ma quanto si sa veramente di lui?
Questo era l’errore che tutti commettevano: credere di sapere ma non capire affatto gli altri.

Ogni personaggio del libro ha qualcosa da imparare e per superare i propri limiti ha bisogno del supporto di qualcun altro o di qualcos’altro. Da soli non si vince, questo il messaggio che trapela.

Il mondo dell’altrove è dedicato a qualunque fascia d’età e soprattutto a chi è capace di andare al di là dell’immaginazione e tornare bambino.

Secondo me il libro è tutto una fiaba. Ogni storia è una fiaba. Una fiaba romantica.

Dylan

 

 

Annunci