Ringrazio ancora l’autrice, che è stata  gentilissima  a inviarmi una copia del proprio romanzo, quindi partiamo con la recensione di “Il mondo dell’altrove” di Sabrina Biancu. 🙂

Titolo: Il mondo dell’altrove
Autore: Sabrina Biancu
Prezzo: 12,00€
Pagine: 116
Pubblicazione: 2015
Editore: Marco del Bucchia Editore

Cinque racconti in cui fantasia e realtà si mescolano, capaci di trasportare il lettore in un altro mondo, in un luogo magico. Capaci di farlo sognare.
Ogni cosa è viva e insegna qualcosa d’importante. E ciascuna storia si trasforma nella tappa di un viaggio in cui si cresce e si matura a fianco di Elia, Rosy, Tea, Pietro, Desideria, André e della stellina Irina.

Di cosa parla “Il mondo dell’altrove”? È una raccolta di racconti che affrontano temi importanti, ma trattati in stile fiabesco. I protagonisti che troviamo sono personaggi che hanno affrontato e devono ancora affrontare tante cose, e che portano un grosso masso sulla schiena che si chiama in diversi modi: paura, vergogna, incomprensione… ma che, in un modo, o nell’altro, li accomuna tutti. Io non sono un vero e proprio amante dei racconti, ma quando ho ricevuto questo libro la curiosità c’era, e quindi l’ho iniziato e subito finito in una giornata! Quanto allo stile, lo definirei magico perché poche volte ho visto uno stile così, e devo dire che è la cosa che più ho apprezzato. “Il mondo dell’altrove” è stata una scoperta … Naturalmente i racconti, essendo divisi gli uni dagli altri, possono risultare più o meno profondi: per esempio, quello che a me è piaciuto di più è stato “Lo spirito della fonte”, quello che piuttosto ho trovato un po’ meno significativo è stato “Rosy e l’anatroccolo”. Quello che più invece mi ha angosciato è stato “La rosa bianca”, ma ho trovato molto bello la morale finale che l’autrice voleva dare. Il messaggio in generale del libro secondo me e quello che anche  nei momenti più bui si devono rimboccare le proprie maniche e si deve andare avanti. 🙂 Ti è piaciuto? lo consigli? Assolutamente si. 🙂
Valutazione
Annunci