test2okka_opt(1)

Dal latino aequilibrium, è composto da aequus «uguale» e libra«bilancia»,  cioè vivere in uno stato senza eccessi o privazioni per mantenere una buona salute fisica, mentale e spirituale.

L’acqua è alla base della composizione corporea e bisogna introdurla con la dieta, circa 2 litri al giorno, ma  all’eccesso può diventare letale.

Nel gennaio del 2007 una giovane donna, madre di tre figli, è morta per aver bevuto due litri d’acqua in 15 minuti, per partecipare a un concorso radiofonico in cui si poteva vincere un box per videogame; mentre nel 2008 una donna di nome Jacqueline Henson, madre di cinque figli, non ce l’ha fatta  dopo aver bevuto quattro litri di acqua in sole 2 ore, a causa di una dieta che prevedeva di bere tantissima acqua e solo 500 calorie al giorno. È arrivata solo alla prima settimana di dieta. Questo fa capire come un elemento essenziale per la vita, come l’acqua, portato all’eccesso può diventare dannoso, e nei casi più gravi letale.

Anche lo sport, punto chiave per una vita sana, può essere pericoloso per il corpo quando è troppo. Infatti più di sette ore a settimana aumenterebbe il rischio di calcificazione alle coronarie, elemento che sembrerebbe portare eventi come ictus e infarto.

Infine abbiamo la dieta, un adulto dovrebbe assumere circa 2000 calorie al giorno, se ne vengono introdotte poche o troppe si possono verificare dei danni a carico della malnutrizione, uno squilibrio tra i nutrienti di cui l’organismo necessita e i nutrienti che riceve. La malnutrizione porta sia all’ipernutrizione, cioè il consumo di quantità eccessive di calorie o di qualsiasi nutriente specifico, sia alla denutrizione.

È chiaro che nei paesi industrializzati è presente in misura maggiore l’ipernutrizione, tutravia la denutrizione si può presentare in casi particolari: i senza fissa dimora, chi è affetto da patologie che non gli permettono di nutrirsi adeguatamente e gli anziani. Quando non si assume una quantità sufficiente di calorie, l’organismo comincia a scomporre i propri grassi e li utilizza per produrre calorie. Una volta consumati tutti i depositi di grasso, l’organismo può scomporre gli altri tessuti, come quello muscolare e degli organi interni, causando gravi problemi, fino al decesso.

Il corpo è come un tempio e bisogna trattarlo bene, perché contiene la nostra mente e il nostro spirito.

Lo spirito è la nostra essenza, il  nostro essere, è come una fiamma che arde incessantemente e ci ricorda che non siamo semplici spettatori ma gli attori della nostra vita.

La mente, invece, sta in cima e ci guida sorretta dal cuore.

Corpo, mente e spirito devono vivere in equilibrio, altrimenti ciò che fa male dentro porterà delle ripercussioni anche fuori, perché il corpo diventerà solo un contenitore vuoto; senza di esso, poi, non si potrebbe mostrare la creatività e l’allegria, e altre cose meravigliose.

È importante l’equilibrio per evitare la malattia, soltanto prendendosi cura di tutti e tre si vivrà in uno stato di benessere. Come? Ascoltando il proprio corpo, alimentando la mente attraverso un atteggiamento positivo nei  confronti della vita, e fortificando ogni giorno lo spirito. Quando questi tre aspetti sono in equilibrio si gioisce della vita e ogni giorno è una rinascita e una nuova occasione per fare il meglio di sé.

Una cosa fondamentale è che non bisogna dimenticarsi della felicità come stile di vita, essa permetterà di vivere la vita che si è sempre desiderata!

E le persone felici sono contagiose! 😄

 

 

Immagine: fonte web

http://www.msdmanuals.com/it-it/casa/disturbi-alimentari/denutrizione/denutrizione

http://www.vittoriadiamanti.it/2017/06/lo-sapevi-che-lequilibrio-corpo-mente-e-spirito-puo-salvarti-la-vita/

Annunci